ALBERGO DIFFUSO
955
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-955,qode-social-login-1.1.3,qode-restaurant-1.1.1,stockholm-core-1.1,select-theme-ver-5.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,side_area_over_content,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

ALBERGO DIFFUSO

______________________

 

La sensazione attraversando le strade del borgo storico di Rosciolo è di immergersi nella storia e nel contempo essere invasi dalla natura. Non si è più in un luogo, ma parte di un contesto. L’idea è quella di trattare il progetto puntuale-locale quale veicolo conoscitivo dell’intero territorio, trasformando il borgo in una porta di accesso al contesto e alle sue ricchezze paesaggistiche, storiche e culturali. L’obiettivo è generare curiosità, proiettando il visitatore oltre il contingente. Al dato reale-fisico si sovrappone una dimensione narrativa-informativa: lo spazio diventa mappa, non solo funzionale ma anche comunicativo. Il progetto non vuole essere un intervento di chirurgia plastica, un lifting azzerante i segni del tempo, ma piuttosto si ripropone di enfatizzare quelle rughe espressive che rendono unico un luogo. Il nuovo si formalizza quale insieme di inserti puntuali immediatamente riconoscibili ai quali spetta un importante ruolo comunicativo e di valorizzazione del preesistente. Più che una soluzione progettuale finita viene costruita una strategia di intervento composta di atteggiamenti chiave, capace di assecondare un progetto in divenire, quale è quello in atto sul borgo di Rosciolo.

 

CREDITI

 

Nome del progetto: Albergo diffuso concorso internazionale primo premio

Luogo:  Rosciolo de Marsi (AQ)

 

Architettura: LAMBER + LAMBER INOUT architettura LADO architetti

Team di progetto:  Arch.Paolo Lamber, Arch.Mario Assisi, Arch.Mario Lamber, Arch.Luca Ladinetti, Arch.Valentina Milani, Ing.Fiorella Lamber

 

Cliente: Comune di Magliano dei Marsi

 

Fase di progetto: 2009

 

 

pubblicazioni | New Italian Blood 2010, Giornale dell’Architettura
esposizioni | Mostra itinerante Architetture in Concorso – Museo MAXXI di Roma, Tokyo, Palermo.